Idratazione della Pelle

La crescente domanda di estetica, ormai trasversale all’età, al genere e allo stato sociale, deve trovare risposte soddisfacenti nella figura della moderna estetista.

È un insieme di professionalità ed empatia che si acquisisce con gli anni.

Per gestire la clientela serve esperienza.

Se pensi che sia semplice, che le clienti ti vogliano bene a prescindere, ti sbagli.

Coccolarle non significa solo essere gentile, devi essere al loro fianco, farle sentire speciali ogni volta. Il trattamento deve sempre essere svolto con la stessa attenzione e avere la stessa resa, altrimenti la cliente se ne accorge.

E poi è importante la sincerità.

L’estetista non fa miracoli.

Molti inestetismi non possono essere risolti solo in cabina, serve invece un impegno anche da parte della cliente a cambiare le proprie abitudini, a partire dall’alimentazione.

La cliente va responsabilizzata; ovviamente non deve essere scoraggiata, ma senza creare false aspettative.

La continua ricerca di nuove metodologie , tecniche di massaggio dai nomi più esotici o macchinari fantascientifici distrae l’estetista da quella che è alla base di tutto: l’idratazione cutanea dalla quale dipende l’80% della qualità della pelle.

Il contenuto d’acqua presente nello strato corneo è fondamentale per l’aspetto della pelle: se il suo livello scende, la cute diventa secca, ruvida e screpolata.

Una situazione a cui porre rimedio con prodotti e trattamenti mirati, specie quando la mancanza di idratazione è legata al naturale invecchiamento.

È qui che entra in gioco la professionista della bellezza.

Esistono tanti fattori che possono far diminuire l’idratazione della tua pelle.

L’inquinamento, diete povere, il freddo, il sole, gli stili di vita stressanti, errate detersioni e prodotti di autocura non idonei possono disidratare la pelle.

E’ per questo che in molti casi si ha necessità di dare alla pelle un aiuto.

Non importa se il tipo di pelle sia secca, grassa o sensibile, non si deve ignorare l’idratazione nella routine di cura intensiva e di mantenimento.

Pochi sanno che anche una pelle grassa può essere secca, acqua e sebo vanno sempre valutati separatamente.

Ignorare l’importanza di una buona idratazione potrebbe rapidamente causare arrossamenti o desquamazione, e col tempo permetterebbe alle rughe ed altri segni di invecchiamento, di presentarsi prima del dovuto.

Inoltre, se avete la pelle sensibile, idratarla regolarmente potrebbe contribuire ad alleviare alcune irritazioni e a prevenire fastidiosi ed antiestetici peggioramenti.

Vogliamo ricordare che l’organo più esteso del nostro corpo, la pelle, è costituita da tre strati: epidermide, derma e ipoderma.

L’epidermide è a sua volta costituita da sei strati di cui il più superficiale è lo strato corneo, che viene a contatto con l’ambiente esterno ed ha un continuo ricambio cellulare, per cui è costituito da cellule morte che vengono
sostituite da nuove.

Lo strato corneo è quello che fa da barriera e da vera e propria protezione contro gli agenti esterni.

L’epidermide è costituita da circa un 15% di acqua e pertanto è una delle parti che contribuisce a mantenere idratata la pelle.

Sotto l’epidermide si trova il derma che raccoglie nervi, capillari e fibre di collagene ed ha un contenuto del 70% di acqua.

Il più interno degli strati è l’ipoderma costituito principalmente di cellule di grasso, i lipociti, con funzione isolante.

Le caratteristiche di una pelle giovane e sana, a prescindere dall’età, sono l’elasticità, la morbidezza, la luminosità, caratteristiche che ci richiamano al concetto di idratazione.

Una pelle sana e quindi bella è indice di una pelle adeguatamente idratata.

Una buona idratazione inoltre rende la pelle più facilmente permeabile e perciò in grado di assorbire più velocemente e completamente le sostanze funzionali messe a sua disposizione.

Questo conferma l’importanza dell’idratazione per il benessere della pelle e prova che un cosmetico efficace non può prescindere dal normalizzare innanzitutto lo strato di idratazione della cute.

Per mantenere l’equilibrio fra perdita di liquidi e introduzione di acqua, il corpo mette in atto un’azione di difesa utilizzando una miscela di sostanze che hanno la capacità di assorbire l’acqua sia dall’atmosfera circostante che dai
prodotti utilizzati per i trattamenti.

Per questi motivi è importante la scelta di formulazioni non aggressive che non causino l’alterazione del pH con la conseguente disidratazione cutanea, screpolatura e invecchiamento della pelle.idratazione della pelle.

L’acqua ipertermale di Abano Terme possiede innumerevoli proprietà mineralizzanti per una pelle più idratata e conseguentemente più sana.

Non ha controindicazioni perciò è da considerarsi un principio attivo sicuro ed efficace.

Inserisci il tuo commento tramite Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field