La meditazione: le risorse sono dentro di noi e non implicano esborsi economici

È fondamentale per la nostra salute fisica e psichica trasferire il più possibile i pensieri e le azioni/comportamenti nel contesto della coscienza al fine di incrementare il nostro livello di consapevolezza ed assottigliare il gap tra ciò che pensiamo e facciamo senza essere consapevoli e ciò che pensiamo e facciamo in piena consapevolezza. La meditazione…

Continua a leggere →

La meditazione: tecniche antiche ma sempre più attuali

I nostri pensieri generano un enorme effetto su una serie di importanti elementi della nostra vita: • i nostri comportamenti ed il nostro modo di vedere le cose; • i comportamenti degli altri ed il loro modo di vedere le cose; • la possibilità di raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissati; • l’atmosfera che…

Continua a leggere →

Comunicazione assertiva ed empatica

In genere siamo per metà della giornata da “un’altra parte” e ciò procura stress e affaticamento. Il nostro cervello fa una cosa alla volta; non è un “congegno” che può aprire e processare contemporaneamente più “file”. Può passare da una cosa all’altra velocissimamente ma … sempre una cosa alla volta. Di conseguenza, l’attenzione fluttua e…

Continua a leggere →

Non solo corpo – Intelligenza emotiva

È incredibile come tutta l’educazione che riceviamo da quando veniamo al modo (specie quella “fornita” dal sistema scolastico) si basi esclusivamente sui contenuti trascurando colpevolmente ciò che è alla base dell’espressione dei contenuti. Abbiamo visto in precedenza quanto sia colpevolmente trascurata l’educazione alla comunicazione paraverbale (l’utilizzo dello strumento voce, responsabile di oltre il 30% dell’efficacia…

Continua a leggere →

Il respiro: Parte Seconda

Proseguendo con il respiro (e riassumendo quanto esposto nell’ultima newsletter), abbiamo detto che possiamo utilizzare questo meraviglioso strumento per incidere sui nostri stati emotivi e sul nostro “umore”: è uno strumento eccezionale, quando è “vissuto” consapevolmente, per indurci stati mentali funzionali a “come vogliamo stare” e/o ai nostri obiettivi. Il respiro è aria che immettiamo…

Continua a leggere →

Gestione del TEMPO

Il tempo è una risorsa che si consuma a prescindere. È l’unica certa, autentica ed inesorabile variabile indipendente dell’universo. Tuttavia, sono state scoperte non da moltissimo le onde gravitazionali capaci di “increspare” lo spazio/tempo. Alla luce di ciò, a mio parere, la soluzione più utile è prendere atto che siamo nati “troppo presto” rispetto a…

Continua a leggere →

Comunicazione: Parte seconda – Principi Base

Lo scorso mese abbiamo visto come una comunicazione efficace implichi: – un certo grado di autoconsapevolezza e autoregolazione nonché – l’utilizzo dell’ascolto attivo ossia la capacità di non filtrare quanto espresso dall’interlocutore con la nostra concezione della realtà ed i nostri pre-giudizi. Abbiamo poi affermato perentoriamente che non si può non comunicare non solo a…

Continua a leggere →

Comunicazione parte prima – Principi Base

Una comunicazione efficace implica un certo grado di autoconsapevolezza e autoregolazione, aspetti affrontati nelle precedenti tre newsletter (meditazione per non specialisti). Questo in quanto riteniamo che l’aspetto “centrale” di una efficace comunicazione sia rappresentato dall’ascolto attivo ossia la capacità di non filtrare quanto espresso dall’interlocutore con la nostra concezione della realtà ed i nostri pregiudizi.…

Continua a leggere →

Considerazioni sulla meditazione per non specialisti: Parte terza

Lo scorso mese abbiamo considerato come il cambiamento incessante sia diventato il normale modo di vivere e come valori e “verità” all’apparenza senza tempo siano stati smantellati. L’essere sempre “connessi” (sistemi elettronici) inoltre ha come effetto diretto il degrado della reale “connessione” con gli altri (che ha quindi perso di qualità). Questi cambiamenti repentini hanno…

Continua a leggere →

Considerazioni sulla meditazione per non specialisti SECONDA PARTE

Lo scorso mese abbiamo parlato dell’importanza di trasferire il più possibile i pensieri e le azioni/comportamenti nel contesto della coscienza al fine di incrementare il nostro livello di consapevolezza ed assottigliare il gap tra ciò che pensiamo e facciamo senza essere consapevoli e ciò che pensiamo e facciamo in piena consapevolezza. Abbiamo parlato della meditazione…

Continua a leggere →

Page 1 of 2