Botox Tossina KILLER o PANACEA.

Un grammo può uccidere tre milioni di persone e per sterminare l’umanità è stato calcolato, basterebbero sette cucchiaini.

Non solo estetica, il Botox è ormai un farmaco in grado di curare molte patologie e generare fatturati
miliardari.

Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un articolo, apparso su un quotidiano, che ha attirato la mia
attenzione.

Il Botox, tossina velenosissima e tra le più pericolose al mondo, da oltre un quarto di secolo è passato da simbolo di morte ad elisir di giovinezza, fino ad arrivare ad essere un medicinale collaudato e riconosciuto contro una grande varietà di disturbi, ad esempio: cefalea, fibrillazione atriale, dolori articolari, incontinenza etc.

Oltre metà degli incredibili fatturati (2,5 miliardi di dollari nel 2015) dell’azienda che ne detiene il brevetto,derivano infatti da modi d’uso, non relativi alla sua applicazione estetica e non presenti nel foglietto illustrativo del prodotto.

Applicazioni che i vari medici che lo utilizzano sperimentano a propria discrezionalità.

L’articolo proseguiva raccontando come sono nati diversi tipi di sperimentazioni cliniche della molecola, che pur essendo la tossina più velenosa del modo riesce ad avere effetti benefici su varie patologie e generare utili incredibili.

L’articolo mi ha fatto riflettere su come, spesso, in particolar modo nel mondo dell’estetica, si seguano mode e tendenze, si utilizzano sostanze e principi attivi di cui non si conosce la reale valenza o possibili effetti collaterali.

Spesso ai nostri giorni siamo portati a “boicottare” sostanze, cibi etc. che si “sente dire” o si “crede” essere dannosi ed invece ne usiamo altri che la moda ci indica di tendenza e in linea con i nostri standard.

Magari un domani scopriremo che proprio quello che stiamo utilizzando ora, può essere più dannoso di ciò che adesso demonizziamo.

Credo dovremo sempre avere spirito critico verso quello che l’informazione di massa ci trasmette e fare le nostre scelte alimentari, cosmetiche, mediche in modo consapevole dando vita uno stile di vita proprio.

Inserisci il tuo commento tramite Facebook

Leave A Response

* Denotes Required Field